Intervista di Costanza Miriano a La Zanzara, scandalo per le sue idee su matrimonio, gay e aborto

Vi proponiamo l’intervista dell’ 11 Dicembre 2013 sul programma “La Zanzara” di Radio 24 a cui si è “sottomessa” Costanza Miriano, autrice del libro “Sposati e sii sottomessa”.

Un libro che la giornalista del Tg3, cattolica convinta, ha scritto per rivendicare il ruolo della donna in famiglia, una donna che rinunciando alla sua esigenza di controllo, ritrova il piacere di servire il proprio uomo che sarà disposto a morire per lei (come dalla famosa lettera di San Paolo agli Efesini).

L’intervista ha scuscitato diverse polemiche per le frasi che la giornalista ha detto (o meglio, verso cui è stata fortemente indirizzata dai conduttori seguendo un iter classico del programma) riguardo a gay (“geneticamente e culturalmente modificati”), aborto (“le donne dovrebbero essere costrette a non abortire”) e matrimonio.

Anche gli apprezzamenti a Putin e alle recenti leggi russe contro la propaganda gay in presenza di minori non sono passate inosservate.

Tralasciando la pochezza dell’intervista che non ha alcuna intenzione di capire la logica del libro e i suoi contenuti, sicuramente per i nostri tempi piuttosto provocatori e controcorrente, ma che cerca solo di mettere in bocca frasi scomode alla povera Costanza Miriano ( e ci riesce..), dalle reazioni scomposte a queste frasi e dagli attacchi personali che la giornalista ha dichiarato di aver subito in seguito all’intervista, possiamo sicuramente dedurre alcune considerazioni secondo noi importanti:
- Dire oggi che si è contro l’aborto, senza se e senza ma, è ormai un pensiero assimilabile a talebani o giù di li.
- Pensare che la famiglia naturale (formata cioè da uomo e donna) sia il proprio modello di riferimento e che quindi si è contrari a matrimoni gay e adozioni di figli a coppie gay, rappresenta un altro crimine contro l’umanità e un pensiero da persone retrogade e medievali.
- Pensare inoltre che il ruolo della donna in famiglia non debba essere necessariamente quello della super-donna emancipata che pensa solo alla carriera e a sè stessa misurando maniacalmente sulla bilancia delle “cose da fare” quanto fa lei o suo marito, ma al contrario cerchi di ritagliarsi un ruolo dove il servizio non è una sconfitta o una condanna ma un’opportunità di “prendersi cura” del proprio uomo e essere ricambiata… ebbene tutto questo ovviamente è da malati di mente o fanatici sadomasochisti.
A coloro che pensano che tutto questo sia follia vogliamo ricordare che queste tre affermazioni così “scandalose” sono perfettamente in linea con il pensiero di Papa Francesco, così tanto decantato e ammirato oggi anche da molti non credenti (a ragione).
Per cui dov’è lo scandalo?
Noi vediamo solo una madre cattolica e una professionista affermata che ci da la sua visione della famiglia e che si dice contraria ad aborto e matrimoni gay. Lo dice senza nascondersi. Come lo fa da anni la Chiesa.
E’ una sua opinione.
E’ un suo diritto.
E va rispettato.

 

OkNotizie

 

 

Follow Me on Pinterest
Google+